appuntamenti

il punto

news

Dettagli

 
K100 e' l'unico automodello oggi sul mercato con il telaio in monoscocca
pressofuso in lega leggera.
Tecnologia costruttiva molto avanzata che consente di ottenere un telaio estremamente rigido in grado di far lavorare alla perfezione gli ammortizzatori e nello stesso tempo rendere il lavoro del modellista alquanto semplice e veloce,riducendo i tempi di lavoro sul modello di circa il 70% rispetto ad un modello con telaio convenzionale.
 
La MONOSCOCCA, in lega leggera, è costruita in un'unica fusione che ingloba tutti i supporti sui quali vengono montate tutte le altre parti. Non occorre più girare sotto sopra la macchina perchè nella monoscocca vengono inizialmente avvitati dei grani (in dotazione) che diventano i prigionieri fissi con i quali fissare tutti i particolari con una sola chiave. La monoscocca così costruita ha funzione, oltre che di telaio, di radiatore (con l'aiuto dei convogliatori d'aria forzata) perchè è fatta con spessori sottili e ha molte nervature che servono sia a renderla rigida che a dissipare il calore generato dal motore mantenendolo così a temperature ottimali.
 
 

 
La collocazione dei DIFFERENZIALI, anteriore e posteriore, è stata studiata così da ottenere che l'estrazione degli stessi avvenga in modo alquanto rapido. Il carter che accoglie il differenziale è diviso longitudinalmente in due parti; la prima è parte integrale della monoscocca, la seconda è un pezzo in polimero che si incastra perfettamente alla monoscocca per mezzo di colonne di centraggio coniche. Questo sistema oltre a rendere semplice la rimozione del differenziale, permette di poter registrare con precisione l'accoppiamento tra la corona del differenziale ed il pignone di trasmissione.
All'anteriore il differenziale e' il QTK praticamente esente da manutenzione.(Brevetto Cogep Stampi)
Al posteriore il differenziale e' a denti dritti con ingranaggi di alta qualita',sfrutta la stessa cassa differenziale dell'anteriore.
 
BRACCETTI E BARILOTTI
I braccetti superiori e inferiori sono reversibili destra/sinistra e davanti/dietro cosi' come i barilotti che in piu' possonno essere usati per ben due volte.
Questo studio cosi' avanzato permette al modellista di tenere in cassetta pochi pezzi di ricambio che potra' usare a secondo delle esigenze.
Inoltre i barilotti non hanno nessuno ghiera di registro per la sfera perche' le sfere sono annegate nelle plastiche con brevetto Cogep Stampi.
  
Il MOTORE viene prima montato su una slitta che viene inserita nell'apposita sede sulla monoscocca, costituita da due binari che guidano e mantengono il motore a 90° rispetto alla corona dell'albero di trasmissione e la registrazione dell'accoppiamento avviene da sopra facendo scorrere il motore, nella sua sede, avanti o indietro. Anche per allineare la campana della frizione con la corona non è più necessario smontare la frizione e spessorarla perchè questa regolazione può essere effettuata sulla trasmissione.
 
La TRASMISSIONE è ad albero dritto per cui, non essendoci più il gioco di cardani la macchina, risulta essere più reattiva e più brillante. Anche questo elemento, come tutti gli altri viene smontato da sopra togliendo i 4 dadi dei ponticelli che chiudono la parte centrale della trasmissione e allontanano le due camicie d'accoppiamento albero/pignone. Questo sistema d'accoppiamento garantisce una perfetta tenuta alla sporcizia. Sull'albero di trasmissione è montato un disco del freno dall'inedito disegno del trascinatore che permette maggior durata sia del trascinatore che del disco. Il disco oltre ad avere lo stesso accoppiamento del trascinatore ha un colletto molto largo che aumenta la superficie d'appoggio con il trascinatore impedendone la precoce usura. La collocazione è stata studiata in modo che al tutto arrivi aria forzata impedendo il surriscaldamento del freno.
 
La PINZA DEL FRENO, costruita anch'essa in un unico blocco in lega leggera ingloba al suo interno le due pastiglie, quella fissa e quella mobile e può essere facimente rimossa togliendo il solito dado da 7.
 
La SCATOLA BATTERIA e la SCATOLA RICEVENTE sono state anch'esse interamente inglobate nella monoscocca, insieme ai supporti per il servo, ottenendo così maggior compattezza e pulizia estetica. Tutti i cavi del servo passano infatti nelle suddette scatole, chiuse ermeticamente, e sono pertanto anche ben protetti.
 
Il SERBATOIO è ancorato su un'apposita paratia che attutisce tutte le vibrazioni prodotte dal modello.
 
L'attacco del PARAURTI che fa parte del kit è incassato rispetto al piano del telaio, con il vantaggio di evitare impuntamenti del modello sulle asperità. 
 

K100 E' UN BREVETTO COGEP STAMPI  srl.

 
INFOLINE 031-797740   -   E-MAIL info@k100modellismo.it

cerca nel sito

lavorazioni
k100 modellismo è un prodotto interamente italiano

offerta prodotti

Cogep Stampi



Created by
GC Web Designer
K100 modellismo - via Fontanile, 7 - 22040 Brenna (CO) - Partita IVA 02206180131
Tel. (+39) 031 797740- Fax. (+39) 031 3519542 e-mail: info@k100modellismo.it